COMMUNI, questo il nome della piattaforma che consentirà ai negozi di Penne di presenziare anche lo spazio web e-commerce, cioè permettere ai propri clienti di acquistare prodotti da casa, con mezzi elettronici e attraverso le applicazioni mobili Internet. È l’esempio più grip e innovativo di un pacchetto di azioni che l’Amministrazione di Penne ha realizzato per sostenere il commercio cittadino. Oltre a questo, una campagna di comunicazione sui canali social e la costituzione di un fondo per ristorare le attività commerciali penalizzate dal lockdown.

Coinvolgente anche il video esploso sui social, hashtag Riparti Penne: parrucchiere, commesse, macellai, gioiellieri, tutti ci hanno messo la faccia, con il sorriso dietro il quale nascondere mesi terribili di un anno pesante, un sorriso vero di chi è felice di ritornare al lavoro perché, al di là dei ristori economici, c’e una legittimazione a realizzare sogni e nobili aspirazioni.

Il progetto COMMUNI è un ulteriore passo nel futuro, realizzato da Testuggine Consulting, una start-up di giovani professionistI specializzati in strategia digitale, ha lo scopo di non disperdere i tanti anni di esperienza sul territorio dei piccoli commercianti ma di inserirlo in un contesto globale. Avete presenti i consorzi che hanno caratterizzato l’organizzazione di alcune categorie imprenditoriali?  Ecco, oggi che il web è sfida ed opportunità al medesimo tempo, COMMUNI diventa un consorzio 4.0, aiuta creare nuovi modelli di business ma aiuta anche ad affrontare la crisi causata dalla pandemia e dalle necessità di distanziamento. E bene fanno gli enti pubblici ad agevolare questi percorsi perché il progresso possiamo cavalcarlo determinando lo sviluppo al nostro servizio.

Soddisfazione dell’assessore al commercio Giuseppina TULLI:  ”Ringrazio l’Associazione Operatori economici Pennesi per aver aderito al progetto. Con questa iniziativa i commercianti potranno offrire servizi come se fossimo in una grande città. Il progetto si pone quale utile strumento, inoltre, per il rilancio delle attività commerciali, nonché per effettuare, da parte dei cittadini, acquisti on line in sicurezza in questo periodo di pandemia e di limitazione negli spostamenti. Per noi è un progetto pilota che ha un obiettivo: valorizzare le eccellenze del nostro territorio e sostenere il commercio cittadino”

S.d.L.

Pin It on Pinterest

Share This