Non ci piace la parola ‘evento’ evoca straordinarietà, unicità, solitudine, un fatto che accade fuori dalla vita quotidiana. Se poi parliamo del connubio tra vino e musica, la parola ancor di più andrebbe evitata perché entrambe ci accompagnano quotidianamente come quasi necessità scontate. Esperienza riassume forse più di altre l’intercambiabilità tra emozioni che nascono nel ventre cerebrale e bene fa il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, con il suo Presidente Valentino di Campli, a creare sul logos, il rapporto tra significato e significante. Abruzzo Wine Experience, esperienza del vino d’Abruzzo, che si dipana come un rotolo di rafia o si intreccia come un atomo di fili. Nasce nel 2017, con l’intento di guidare il turista lungo i sentieri culturali e paesaggistici intervallati da degustazioni enogastronomiche di qualità. Un appuntamento che in app si evolve e nel 2021 diventa APP PERCORSI – ABRUZZO WINE EXPERIENCE, l’innovazione che consente di esplorare la regione immergendosi in itinerari con oltre 200 punti di interesse storico, artistico, culturale e naturale e intorno ai quali brillano le stelle delle più rinomate cantine vitivinicole delle 4 province di Pescara, Chieti, Teramo e L’Aquila,
Sono 14 in tutto gli itinerari a vostra scelta, ognuno contenente anche la mappa di tutte le aziende della filiera turistica di accoglienza: ristoranti, alberghi, B&B e agriturismi.
Ma l’esperienza visiva e gustativa, per completare il percorso sensoriale ed emozionale necessita anche di un sottofondo musicale e STRATERROIR è la rassegna promossa dallo stesso Consorzio e che contempla 4 appuntamenti con la musica suonata al pianoforte da Michele di Toro ed ancora nel segno del vino servito, quindi, proprio nel luoghi d’origine.
Si comincia questa sera, alle ore 21.30, a NOTARESCO (TE) in Piazza Civitello, degustando un calice di vino delle varie denominazioni che meglio esprimono la provincia teramana.
Si prosegue, con il medesimo orario, il 30/07 a LORETO APRUTINO (PE) in Piazzetta Mercato, il 12/08 a CAPESTRANO (AQ) in Piazza Mercato ed il 27/08 a FOSSACESIA (CH) presso l’Abbazia di San Giovanni in Venere. L’appuntamento loretese sarà, in qualche modo, il sigillo di un sodalizio di una associazione di aziende che, negli intenti e nello spirito, già da anni compie azioni sul territorio: Amorotti, Ciavolich, De Fermo, Talamonti, Torre dei Beati e Valentini.
E non solo a tutelare o a parlar di vino ma anche, come sarà la serata del 30 luglio, a cercar di porre l’attenzione sulla bellezza di questi piccoli paesi che rischiano abbandono ed incuria. Sì, lo sappiamo, qualcuno li chiama borghi e addirittura ci sono associazioni nate tra borghi più belli d’Italia, borghi autentici, il respiro dei borghi…borgo è altra parola il cui abuso negli allontanamenti etimologici ha esaltato una vocazione turistica che in realtà è molto più profonda in quel d’Abruzzo ed è l’esistenza che può diventare radicamento nel nome di vino, dell’olio e della cultura che gira intorno. Le aziende che vivono i territori più periferici giustamente se ne fanno promotori investendo nel territorio, investendolo con la qualità, colmando il gap distanziale con la tecnologia. Come a dire, infine, con le giuste condizioni, ci si può vivere ed anche bene.

Per prenotazioni e tutte le informazioni: sezione eventi della App Percorsi – Abruzzo Wine Experience oppure scrivendo a info@abruzzowineexperience.com o telefonando allo 0859059679  o visitando il sito www.abruzzowineexperience.com

Pin It on Pinterest

Share This