PENNE – L'avvocato Fabrizio Silvani è stato incaricato dall'amministrazione D'Alfonso di costituirsi parte civile per conto del Comune nel procedimento penale all'esame del tribunale di Pescara sulla vicenda degli imbrogli e degli accordi di corruzione della mare-monti, la strada fantasma il cui cantiere è stato bloccato nel 2008 dalla Forestale per aver invaso un chilometro e mezzo di fascia protetta della riserva lacustre. Fra gli indagati figurano l'ex presidente della Provincia e già sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso e l'imprenditore Carlo Toto, la cui impresa aveva vinto il chiacchieratissimo appalto milionario per realizzare ll primo tratto della strada.

Pin It on Pinterest

Share This