“Non è un caso se abbiamo scelto di tornare a guardarci negli occhi in occasione della Festa delle Repubblica”. Il sindaco Luciano Di Lorito questa mattina ha festeggiato, per la prima volta, il 2 giugno con una cerimonia pubblica, ad accesso limitato per via delle prescrizioni legate al Covid-19, sfruttando lo spazio antistante il Municipio. “Il 2 giugno è soprattutto un momento per ringraziare le istituzioni e le organizzazioni che ne fanno parte” ha spiegato Di Lorito .”Mai prima di questo momento storico avevamo avuto una simile occasione per capire il loro valore. Dopo questi terribili mesi è chiaro a tutti che da soli non si va nessuna parte, e solo facendo squadra possiamo affrontare anche emergenze mai conosciute prima come quella che speriamo ci stiamo lasciando alle spalle. Abbiamo quindi deciso in questa giornata di celebrare le istituzioni e le organizzazioni della Repubblica che sono state e sono ancora oggi in campo per fronteggiare l’emergenza sanitaria a Spoltore”.

   

Riconoscimenti che non vanno ai singoli, ma a gruppi di persone organizzate considerati nel loro insieme, “donne e uomini che hanno saputo e dovuto sacrificare un pezzo della loro sicurezza per garantire quella di tutti, di una intera comunità”. Il virus, ha ricordato il primo cittadino, non è ancora sconfitto: proprio ieri è stato comunicato un nuovo caso positivo tra i cittadini di Spoltore. Si tratta di un operatore sanitario. Prima di dedicare a loro un minuto di silenzio, il sindaco ha pronunciato i nomi dei cinque cittadini di Spoltore la cui scomparsa è legata al Covid: Camillo Controguerra, Carolina Di Giovanni, Antonio Giannandrea, Klaus Hofer, Teresa Frate.

(VICE SINDACO CHIARA TRULLI)

(Assessore CARLO CACCIATORE)

Una pergamena celebrativa è stata dunque consegnata ai Volontari e al personale della Croce Rossa Comitato di Spoltore; ai Volontari dell’Associazione di Protezione Civile Modavi di Spoltore; ai volontari di Spoltore della Caritas diocesana Pescara-Penne; al personale della Casa di riposo “Villa Acerbo”; al personale della Residenza Sanitaria Assistenziale “De Cesaris”, al personale della Casa di Riposo Montinope; ai medici di base operanti sul territorio di Spoltore; i pediatri operanti sul territorio di Spoltore; alla stazione di Spoltore dell’Arma dei Carabinieri; al personale della Polizia Locale del Comune di Spoltore; al Settore Protezione Civile del Comune di Spoltore; ai Servizi Sociali del Comune di Spoltore

Pin It on Pinterest

Share This