COMUNICATO STAMPA – Associazione Ripamare – Collecorvino

L’Associazione Ripamare continua la battaglia contro la mega discarica che la DECO Spa vorrebbe aprire a Collecorvino. Mille difficoltà a Pescara per visionare i documenti relativi alla richiesta di Valutazione di Impatto Ambientale per l’opera in questione.

 

A Pescara, sia gli uffici della Direzione Protezione Civile – Ambiente di Via Passolanciano, che quelli del Genio Civile, presso cui ci siamo rivolti per estrarre copie, non disponevano nemmeno della documentazione e ci hanno comunicato formalmente di aver avviato la procedura per la consultazione a termini scaduti! La suddetta procedura prevede che la DECO possa perfino opporsi alla visione del progetto, alla faccia della trasparenza. E nemmeno a Collecorvino era stato depositato il progetto DECO. Ci siamo dovuti recare presso gli uffici della Regione all’Aquila, dove, con estrema cortesia, ci hanno fornito tutta la documentazione, che abbiamo potuto portare presso una copisteria esterna per la duplicazione.

Ci viene spontaneo chiederci: "Ma da che parte sta la Regione a Pescara ?". L’esame della documentazione ci ha consentito di consegnare all’Ufficio V.I.A. dell’Aquila, per tempo, le nostre considerazioni che riguardano mancanze per quanto concerne l’ammissibilità del progetto, l’iter amministrativo e i contenuti. Falsità e consapevole violazione di leggi e norme si sprecano.

Il 21 ottobre u.s. abbiamo anche presentato al Commissario del Comune di Collecorvino, che sostituisce l’amministrazione caduta a fine luglio, il risultato della Petizione Popolare indetta dalla nostra Associazione. Quasi duemila cittadini residenti nel Comune hanno firmato, sino ad oggi. La raccolta delle firme prosegue, per dire NO alla mega-discarica in località Caparrone. Al Commissario abbiamo chiesto di attivarsi con forza, in tutte le sedi, per contrastare questo folle progetto, contro il quale si erano già espressi i Consigli Comunali di Collecorvino e di Picciano. Il Commissario, tuttavia, sembra deciso a non voler entrare nel merito di questa faccenda. E’ dal gennaio 2009 che la DECO Spa cerca di mettere le mani sul nostro territorio ed ha già acquistato ettari ed ettari di terreno agricolo, allo scopo di sotterrare immondizia per i prossimi 13 anni. In tutto questo tempo, nessuno ha mosso un dito per opporsi. Solo chiacchiere e false promesse; si è arrivati persino a far “saltare” l’Amministrazione del Comune di Collecorvino perché l’ex-Sindaco Massiminliano Volpone si era “opposto”.

Nel frattempo è nata l’Associazione Ripamare. Grazie ai suoi infaticabili soci, si è potuta concretizzare l’unica azione di formale contrasto al Progetto DECO. Grazie ai membri del Consiglio, Gemma Bianco, Nevio Carota, Alberto Chiola, Vittorio Forte, Marco Orlando, Rocco Pasetti e il sottoscritto, onorato di presiederlo, siamo riusciti a informare e a rendere consapevole la popolazione sui rischi derivanti dalla presenza di un simile insediamento.

Ora non ci resta che attendere la convocazione della Conferenza dei Servizi, che deciderà in merito. Abbiamo chiesto di poter partecipare e vi assicuro che ci saremo.

Nel frattempo, a Collecorvino è iniziata la campagna elettorale. Il Signor Andrea Faieta, consigliere di maggioranza nella ex-amministrazione di Collecorvino, dopo aver silurato il “suo” Sindaco e messo il Comune in mano al Commissario e forse anche alla DECO, perché occorre ricordare che la vecchia discarica di Pescara (Spoltore) venne aperta in regime di Comune commissariato, adesso “corteggia” la nostra Associazione. Vorrebbe conoscere le nostre strategie per inserirle nel programma elettorale. Ma questa è un’altra storia.

Associazione Ripamare – Il Presidente Dott. Umberto Frères

Pin It on Pinterest

Share This