In casa aveva ancora i soldi provento della rapina, gli abiti e le armi utilizzate durante il colpo. Armato di coltello e martello aveva messo a segno una rapina ai danni dell’ufficio postale di Rosciano lo scorso 8 ottobre. Con un’indagine lampo, i Carabinieri della Stazione di Rosciano diretti dal Maresciallo Maggiore Vincenzo D’ambra, in collaborazione con i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Penne, hanno individuato e denunciato l’autore del colpo. Si tratta di un 71 enne italiano, residente nella provincia di Pescara, senza precedenti penali, che sarà chiamato a rispondere davanti al giudice della rapina aggravata e porto abusivo di arma bianca. L’anziano, a volto coperto da mascherina, eraentrato come un normale cliente nell’ufficio postale, ma poi avvicinatosi al bancone, ha mostrato le due armi che aveva in pugno, un coltello da cucina ed un martello, spaventando le due impiegate presenti e costringendole a consegnare quanto avevano in quel momento in cassa, allontanandosi a piedi riuscendo a far perdere le proprie tracce. I militari dell’Arma, immediatamente impegnati nelle ricerche del rapinatore, attraverso un minuzioso esame delle immagini del sistema di video videosorveglianza oltre che delle testimonianze di chi aveva assistito alla scena, ma soprattutto grazie alla profonda conoscenza del territorio e delle sue dinamiche sociali che hanno i Carabinieri delle Stazioni dell’Arma che ogni giorno operano sulle strade a contatto diretto con i cittadini, sono riusciti ad individuare il possibile colpevole, seppur travisato da mascherina ecappello. Una volta individuato il soggetto e scattata alle prime ore del mattino una perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire gli abiti e le armi usate durante il colpo, parte della refurtiva ed inoltre il foglio manoscritto che aveva portato con ed esibito durante la rapina dove comunicava che stesse compiendo una rapina specificando però, di essere “disperato”, evidenze che hanno incastrato l’anziano 71enne.  

Pin It on Pinterest

Share This