Si sta imponendo un’eccellenza nel mondo della musica ed è Nicola Pomponi, in arte Setak, che sta letteralmente spaccando il mondo del digital store con l’ultimo inedito di cui Lacerba vi aveva parlato e che potete ascoltare cliccando il link https://backl.ink/144705992

Il brano che fa parte del nuvo album Alestalé in uscita a primavera, si intitola Quanda sj ‘fforte ed è una riflessione intorno alle parole violente ed alla violenza in genere.Il brano unisce il dialetto abruzzese a sonorità internazionali, vero e proprio ‘marchio di fabbrica’ del sodalizio creato tra Nicola e Fabrizio Cesare, che cura la produzione anche di questo nuovo lavoro come era stato per l’album d’esordio di Setak, Blusanza, del maggio 2019.

Ma la novità è che adesso potrete godervi anche il videoclip del brano, lanciato su You tube e visibile al link

https://youtu.be/YA01KSc1sic

ll videoclip in animazione, realizzato da Anonima Disegni, mostra la violenza in chiave allegorica: il protagonista altro non è che un uomo forzuto che si aggira per le strade di un paese ‘ferito’, raccogliendo seguaci ma suggerendo un epigono alquanto significativo, quanto sei forte non ti vuole neanche la morte.

 

TESTO

Quanda sj ‘fforte

(Pomponi/Cesare)

E ‘ppare tutte nurmale

ma chj ti véde sa da ‘ccjuccà

e n’si capiscje chj pinze

v’uje cacchjdune cja da ‘bbuscà

chj ha raggione ha ‘rraggione

ma tu li sj’, chj ti pó ‘firmà?

Quanda sj ‘fforte, nin n’ti vó manghe la morte

tu sta coccje ha da cagnà

jitte sta raje ca nin n’ti porte ninde

povere a ‘cchj ci càpete

E tu nin sinde dulore

chj sta putenze chj ‘ffa trimà

tj ‘nu curaggje da lijone

n’ci pinzà mj’ ca ti pu’ fa male.

chj ha raggione ha ‘rraggione

ma tu li sj’ ca nin n’ti pu’ firmà.

Quanda sj ‘fforte, nin n’ti vó manghe la morte

tu sta coccje ha da cagnà

jitte sta raje ca nin n’ti porte ninde

ca’ dumane ta da virgugnà

Sfunne tutti cose chj ecche nin ‘va ‘bbóne ninde

scànzeteve e ‘ffacéteme passà

ucchjie di sangue chj n’ci vede ‘cchjiù ‘nninde

povere a ‘cchj ci càpete

e chj ha raggione ha ‘rraggione

ma tu li sj’ ca nin n’ti pu’ firmà

Quanda sj ‘fforte, nin n’ti vó manghe la morte

tu sta coccje ha da cagnà

jette sta raje ca nin n’ti porte ninde

ca dumane ta da virgugnà

ucchjie di sangue chj n’ci vede ‘cchjiù ‘nninde

povere a ‘cchj ci càpete

Quanda sj ‘fforte, nin n’ti vó manghe la morte.

 

TRADUZIONE

Quanto sei forte

E pare tutto normale

ma chi ti vede si deve nascondere

non si capisce cosa pensi

oggi qualcuno ce le prenderà

E chi ha ragione ha ragione

ma tu lo sai che non ti puoi fermare

 

Quanto sei forte, non ti vuole neanche la morte

tu devi cambiare questa testa

getta questa rabbia che non ti porta niente

povero a chi ci capita

e tu non senti dolore

con questa potenza che fa tremare

hai un coraggio da leone

non pensi mai che ti puoi far male

E chi ha ragione ha ragione

ma tu lo sai che non ti puoi fermare

 Quanto sei forte, non ti vuole neanche la morte

tu devi cambiare questa testa

getta questa rabbia che non ti porta niente

che domani ti dovrai vergognare

Sfonda tutto, che qui non va bene niente

spostatevi e fatemi passare

occhi di sangue che non vedono più niente

povero a chi ci capita

E chi ha ragione ha ragione

ma tu lo sai che non ti puoi fermare

Quanto sei forte, non ti vuole neanche la morte

tu devi cambiare questa testa

getta questa rabbia che non ti porta niente

che domani ti dovrai vergognare

occhi di sangue che non vedono più niente

povero a chi ci capita

 Quanto sei forte, non ti vuole neanche la morte.

 

Pin It on Pinterest

Share This