L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID-19 ha messo a dura prova l’Abruzzo, non solo per quanto riguarda la salute pubblica, ma anche nella sua tenuta sociale ed economica.Il 23 febbraio scorso Federmanager Abruzzo-Molise ha siglato un accordo con Confindustria Chieti- Pescara, Confindustria Teramo e Confindustria L’Aquila, per favorire politiche a sostegno dell’industria regionale abruzzese.
Il percorso di outplacement supportato da 4Manager (Ente Bilaterale di Confindustria e Federmanager) è previsto dal CCNL dei dirigenti industriali per realizzare iniziative di politiche attive, orientamento, formazione e placement a favore dei Dirigenti del settore industriale.
Le imprese industriali abruzzesi interessate da processi di ristrutturazione/riorganizzazione aziendale da oggi dispongono di uno strumento in più socialmente rilevante anche per evitare l’impoverimento di competenze della nostra regione.
«È fondamentale favorire politiche attive del lavoro finalizzate a rafforzare l’employability dei dirigenti per non disperdere il loro bacino di competenze e creare le migliori sinergie per prevenire gli impatti negativi della pandemia sull’occupazione e sulla produzione del territorio abruzzese», sottolinea il presidente Federmanager Abruzzo-Molise, Florio Corneli. Il percorso di outplacement – conclude Florio Corneli – punta a individuare una strategia che consenta al Dirigente il più adeguato e rapido riposizionamento attraverso la valorizzazione e la promozione del proprio complessivo sistema di competenze».

Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara ha evidenziato: “Siamo molto soddisfatti di questo lavoro di squadra fatto a livello territoriale d’intesa con il fondo nazionale 4Manager: creare sinergie per valorizzare le risorse disponibili, in questo periodo di pandemia, è fondamentale per uscire più forti dalla crisi economica attuale. La preparazione dei manager sugli scenari economici, sociali e tecnologici, le loro conoscenze e competenze sono drivers imprescindibili per fortificare le imprese verso i paradigmi dell’economia post-Covid: solo tutti insieme imprese, dirigenti, lavoratori e associazioni potremo contribuire a portare sul nostro territorio nuove prospettive di ricchezza e benessere”.

Aggiunge il presidente di Confindustria Teramo Cesare Zippilli:Ritengo l’accordo Federmanager utile e al tempo stesso strategico per il comparto industriale. La pandemia ha generato una profonda crisi con ripercussioni negative sulla formazione e crescita professionale. Accompagnare con un servizio di outplacement i dirigenti che hanno perso l’occupazione verso nuove opportunità è di estrema importanza soprattutto perché le competenze e le professionalità non vengono disperse.”

Per il presidente di Confindustria L’Aquila – Abruzzo Interno, Riccardo Podda: L’accordo di collaborazione con Federmanager riveste importanza strategica nel nostro mondo industriale, specie in quei comparti che più di altri sono coinvolti dalla crisi che sta riducendo le tradizionali possibilità di sviluppo professionale. È importante accompagnare con un qualificato servizio di outplacement i dirigenti in uscita verso nuovi ambiti ed opportunità in settori anche diversi da quelli iniziali, interpretando i trend emergenti e le nuove esigenze di mercato”.

Pin It on Pinterest

Share This