Due eventi internazionali: sabato 7 agosto, alle ore 21presso il Parco delle Arti Musicali Torri Montanare di Lanciano, il soprano Ezgi Alhuda si esibirà con l’orchestra EFM, Estate Musicale Frentana, su musiche di  Händel, Bellini e Beethoven. A dirigere l’Orchestra il maestro Donato Renzetti che da anni esprime la sua vicinanza al Festival abruzzese così come ai giovani musicisti per i quali, essere diretti dalla sua bacchetta, è onore che forma conoscenza ed emozioni. A Renzetti l’Associazione Fenaroli riconoscerà un premio ai suoi 50 di carriera fulgida e piena di successi predetti addirittura da Enzo Biagi, che per Panorama ne raccontò la storia in quattro colonne e ne previde la carriera di livello ha la faccia da ragazzino, ispira subito molta simpatia perché senti che è autentico”. E carpì i segreti più intimi di quel successo che sarebbe da lì arrivato: rimanere se stesso e profondamente umile di fronte alla musica. La partecipazione alla serata prevede un ingresso di 10 euro acquistabile online su www.ciaotickets.com

Il concerto sarà replicato Domenica 8 agosto ore 21.00: il respiro musicale incontrerà il mare della Costa dei Trabocchi e la bellezza estatica dell’Abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia. L’ingresso è libero ed in caso di maltempo il concerto si svolgerà all’interno dell’Abbazia.

Sono ormai un testimone di questo storico festival dice il maestro Renzetti perché credo che le radici musicali dell’Abruzzo e dei suoi grandi compositori abbiano un valore che richiedono uno sforzo ed un impegno da parte di tutti. Ed io voglio fare la mia parte perché ho avuto la fortuna di incontrare i maestri che mi hanno dato una possibilità e sono grato a loro. Nello stesso modo mi sento responsabile di quello che vedo riflesso negli occhi di questi giovani orchestrali, hanno scelto un mestiere difficile in un paese che taglia sempre più fondi alla cultura. Vorrei che non si sentissero abbandonati e provassero lo stesso mio sentimento di gratitudine alla vita”

Ma è anche l’Estate Musicale Frentana a compiere 50 anni, di formazione nazionale ed internazionale, di linfa vitale quale è la musica, altare onorato dall’Associazione musicale Fedele Fenaroli e dal suo Direttore artistico Andrea Tenaglia, ma che deve tutto alla visione del senatore Errico D’Amico, scomparso nel 1985, già Sindaco di Lanciano e sostenitore dell’alleanza tra formazione e territorio. Un insegnante, tra gli altri, che, proprio sull’alta considerazione che aveva dei ragazzi che decidevano di iscriversi e frequentare il Conservatorio di Pescara, pensò che fosse giusto che gli stessi si cimentassero in una orchestra e che la loro esperienza si confrontasse con quella di professionisti o solisti affermati. Su queste basi iniziarono i corsi suddivisi nelle varie classi di strumentazione, così nacque l’orchestra giovanile EFM, così i grandi professionisti internazionalicominciarono a frequentare Lanciano ed ai corsi si aggiunsero, pian piano negli anni, seminari, workshop e masterclass. Sostenuti sempre in primis dal Mibact, dalle istituzioni pubbliche locali, dalla Rete Cultura Abruzzo e da quelle private come la Banca Bper.

Un compleanno di 50 candeline che cade proprio in questa estate di ripartenza, dopo un 2020 che, causa l’emergenza pandemica, ha sacrificato al silenzio ed all’interruzione tutte le attività performative, teatrali e musicali cuore della Cultura Italiana e che andrebbero tutelate al pari dei monumenti e dei paesaggi.

Una stagione, quella dell’EMF, inaugurata il 18 giugno con la Missa Brevis, nella Chiesa Parrocchiale di San Pietro di Lanciano e che prevede 17 eventi, quelli estivi attualmente in corso presso il Parco delle Arti Musicali e la Piazza d’Armi delle Torri Montanare, e quelli autunnali che prenderanno il via da settembre presso il Teatro F. Fenaroli e che si concluderanno con il tradizionale Concerto di S. Stefano del 26 dicembre.

Pin It on Pinterest

Share This