Ancora una volta, ci troviamo costretti a smentire alcune ricostruzioni giornalistiche che non trovano alcun riscontro nella realtà dei fatti. Difatti, nell’edizione online del periodico Lacerba è apparso un articolo in base al quale il Senatore D’Alfonso avrebbe “scelto” alcune personalità locali, alcune delle quali provenienti anche dal mondo del centro-destra, per la rifondazione del centro-sinistra. Tuttavia, si smentisce la notizia essendo la stessa del tutto infondata e falsa. Questo tipo di articolo, segue tanti altri già pubblicati dal medesimo periodico e sembrano sottendere sempre un tentativo di minare la credibilità o la trasparenza del PD pennese, spesso contraddicendosi anche. Difatti, giusto qualche settimana fa, Lacerba stessa parlava dell’esistenza di un patto politico tra Vecchiotti e DAlfonso(Lacerba, edizione on-line del 28.7.2020).  Tuttavia, l’attività giornalistica dovrebbe tendere sempre a raccontare notizie in modo imparziale e, pertanto, sarebbe opportuno verificare le notizie, magari direttamente con gli attori coinvolti, prima di pubblicarle. Tale attività di verifica non è stata svolta in alcun modo ed anzi, così come è riportato nell’articolo stesso, si è dato peso e fondatezza a voci che circolerebbero in non meglio specificato e fantomatici ambienti cittadini. Ci sembra anche strano che Lacerba, che ha sembra profuso molta attenzione alle sorti dell’ospedale San Massimo quando a governare c’era il centro-sinistra, ora taccia completamente sul duro attacco fatto dall’Associazione Salviamo l’Ospedale di Penne alle amministrazioni regionali  e comunali di centro-destra e presente in tanti manifesti apparsi in giro per Penne. Il Partito Democratico, a tutti i livelli, sta lavorando nella piena trasparenza ed armonia per la costruzione di una lista per le prossime elezioni amministrative pennesi per ridare alla città un po’ di respiro dopo un quinquennio di governatura di centrodestra che poco ha fatto per la nostra città, nonostante i tanti e roboanti annunci. E lo faremo coinvolgendo i rappresentanti del mondo della scuola, della cultura, degli operatori economici, dell’associazionismo, dello sport, gli abitanti delle contrade e del centro-storico e, soprattutto, le nuove generazioni, completamente abbandonate da questa amministrazione di destra e che, purtroppo, sempre più spesso sono costrette ad abbandonare Penne. Già nei giorni scorsi abbiamo organizzato una partecipata iniziativa tematica su Eco e Sisma Bonus, nella quale abbiamo già presentato qualche nostra idea sulla Penne che vorremmo costruire e tante altre ne seguiranno. Ma qualsiasi scelta riguardante Penne verrà decisa esclusivamente dagli organi del Partito Democratico-Circolo di Penne, dato e considerato che, nella realtà locale, siamo l’unico partito ad essere presente e a riunirsi costantemente per discutere, programmare e condividere qualsiasi iniziativa politica. Anzi, invitiamo fin da ora il giornalista ad una delle nostre assemblee così che potrà rendersi conto dell’assoluta trasparenza che circonda la nostra azione politica, così da non dar sempre peso ad infondate “voci”.

Partito Democratico-Circolo di Penne

REPLICA  DE LACERBA

Sfugge al segretario del Pd che in tema di ricostruzioni di retroscena politici tutti i giornali segnalano ogni giorno rumors e voci di corridoio che non meritano precisazioni e smentite. Nel giornalismo poi la smentita è quasi sempre una notizia data due volte. Sfugge ancora al disattento e inesperto segretario che a proposito di sanità abbiamo un mese fa ospitato l’intervista a Michele Giancaterino dell’associazione Salviamo l’ospedale di Penne i cui toni critici erano piuttosto evidenti rispetto alla posizione dell’amministrazione  Semproni. 

Il Direttore Berardo Lupacchini

MARSILIO E LA FINTA CURA DEL SAN MASSIMO L’accusa di Giancaterino:”Stanno camuffando e Semproni brilla per inerzia”

 

Pin It on Pinterest

Share This