RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – La pandemia causata dal Covid-19, oltre agli aspetti sanitari che tutti stiamo subendo, attraversa tutti i settori produttivi e del commercio, bloccandoli e determinando gravissimi danni.

È necessario mettere in atto una serie coordinata di  iniziative, con l’obiettivo di rilanciare l’economia locale sin da ora, in modo da essere pronti, ad affrontare con determinazione la rinascita delle attività lavorando tutti uniti, quando la crisi sanitaria mondiale sarà superata; nella certezza, che pur  non sapendo quando, l’economia riprenderà “a girare”.

RipartiAMO

Bisogna progettare insieme il futuro con un “nuovo modo etico e sostenibile” di intendere l’economia, il mercato, gli acquisti e le vendite. Un sogno utopistico e forse lo è, ma la favola del colibrì insegna: durante un incendio nella foresta, mentre tutti gli animali fuggivano, un colibrì volava in senso contrario con una goccia d’acqua nel becco.

“Cosa credi di fare?” Gli chiese il leone. “Vado a spegnere l’incendio!” Rispose il piccolo volatile. “Con una goccia d’acqua?” Disse il leone con un sogghigno di irrisione. Ed il colibrì, proseguendo il volo, rispose: “Io faccio la mia parte!”. Dovremo essere tutti colibrì, l’incendio è il mercato e noi possiamo controllarlo insieme e sostenendoci l’un l’altro, rispettando tutti le regole del “gioco”. 

Siamo tutti un piccolo pezzo del sistema, siamo tutti colibrì se acquisiremo la consapevolezza di poter essere un pezzetto di soluzione, tutti insieme potremo diventare la soluzione. Alla ripresa la difficoltà maggiore sarà la “domanda” di beni e servizi, che sarà crollata, ma non azzerata; è da lì che dobbiamo ripartire: stimolando la domanda.

Obiettivi

Dobbiamo “mettere a sistema” l’offerta turistica e culturale, il commercio e l’artigianato dell’Abruzzo partendo dai Territori.

Con molta probabilità riprenderemo a lavorare con il Turismo in Abruzzo partendo dalla spinta economica dei Residenti per poi riabbracciare prima i turisti Italiani e poi gli stranieri che ci hanno sempre dimostrato il loro apprezzamento nel corso degli anni.

Per questo è necessario ottimizzare al massimo il momento della ripresa in una nuova prospettiva di normalizzazione, evitando gli errori del passato

Nuovi strumenti

Utilizzare nuovi strumenti, ridurre gli spostamenti, offrire sicurezza ai nostri clienti. Ambienti sani, igienizzati e rispetto delle distanze, questi sono gli elementi base per ripartire. La qualità dei prodotti, dell’accoglienza, la bellezza dei luoghi, che abbiamo già.

Progetti di filiera corta, prestando attenzione a non reiterare l’ennesimo progetto, marchio, brand. Un progetto che ci riporti TUTTI a vivere i quartieri, le città, i paesi con una nuova filosofia che partendo dalla felicità dei Residenti ci consenta di migliorare il benessere e la qualità della vita, prima di tutto degli ABRUZZESI e conseguentemente di sfruttare tale condizione per migliorare il nostro appeal per i turisti.

Una buona opportunità per collaborare fra di noi, uniti nel fare finalmente sistema e orientare i nostri atteggiamenti non solo agli interessi personali, con l’obiettivo del tornaconto economico nell’immediato, ma ad una visione strategicapiù responsabile e sostenibile, nel suo significato più ampio.

Abrex, con le imprese iscritte al Circuito in Abruzzo, darà il suo contributo di natura progettuale ed economica, per questa ragione è nato il progetto BUONO ABRUZZOinGIRO.

Acquista la tua ESPERIENZA 2020 in ABRUZZO utilizzando il BUONO ABRUZZOinGIRO gratuito

BUONO ABRUZZOinGIRO
Abrex mette a disposizione delle imprese abruzzesi operanti nella filiera del turismo una soluzione che possa aiutarle a superare le difficoltà che nei prossimi mesi (e già in questi giorni) si troveranno di fronte a seguito del blocco economico dovuto al lockdown.
L’obiettivo è incentivare l’economia del turismo locale, il turismo degli abruzzesi in Abruzzo, stimolando e incentivando la domanda di ospitalità, ristorazione, servizi turistici e accessori.
In attesa che la Pubblica Amministrazione intervenga con strumenti e soluzioni massive e alimentate da fondi pubblici, Abrex ha definito il progetto BUONO ABRUZZOinGIRO approvato e finanziato dal CdA della società Abrex srl.
Il progetto BUONO ABRUZZOinGIRO prevede l’erogazione di voucher a turisti abruzzesi del 50% del valore della vacanza che faranno in Abruzzo.
Il voucher è un contributo a fondo perduto a favore delle persone fisiche, famiglie e gruppi di persone fisiche che risiedono in Abruzzo.
Il progetto sarà avviato in collaborazione con le imprese della filiera del turismo che entro il prossimo 15 maggio manifesteranno l’interesse ad aderire a seguito dell’apposito avviso che sarà pubblica sul sito www.circuitoabrex.net.
Successivamente al 15 maggio e entro il 30 maggio, in collaborazione con le imprese che avranno aderito, saranno definiti i dettagli dell’avviso rivolto ai beneficiari (persone fisiche, famiglie e gruppi di persone fisiche).
L’obiettivo sarà incentivare il turismo locale, l’autoconsumo locale e l’iniziativa potrà integrarsi con le iniziative che, nel frattempo la Pubblica Amministrazione, con fondi pubblici deciderà di mettere in campo.

Pin It on Pinterest

Share This