Maggio 25, 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

Sport

Che la trasferta di Roseto fosse proibitiva il coach angolano Longobardo lo aveva ampiamente previsto e il rammarico è stato che le sue ragazze hanno commesso innumerevoli errori in ricezione e la non sicurezza delle proprie capacità tecniche, solo ed esclusivamente, nelle partite fuori casa.

LORETO APRUTINO - Ore 19:30 fischio d'inizio: partono forti le padrone di casa della Virtus Loreto Volley che verso metà del primo set vengono riprese e sorpassate dalle avversarie pennesi, che chiudono il primo set 20-25.

Venti punti alla fine dell’andata. Ha girato così il Penne di mister Giandomenico, quasi esordiente allenatore marchigiano, con un ottimo passato da calciatore, dopo la sconfitta di Città Sant’Angelo ai più apparsa meritata. Un altro ko di una squadra che non sembra ancora aver trovato la propria identità.

Alla vigilia della trasferta di Orta di Atella, IN PROVINCIA DI Caserta, contro l’altra capolista Usca la Pallamano Città Sant’Angelo era abbastanza preoccupata dei progressi tecnici fatti dalla squadra del quotatissimo coach campano Gigi Toscano, ed infatti, solo grazie alle parate strepitose dei portieri angolani Mariotti e Colleluori, il primo tempo si è chiuso sul punteggio di 12 pari.

Tra un settimana il girone di andata del campionato interregionale di serie D femminile si avvia al suo giro di boa e le ragazze di mister Perilli conquistano la loro 4° vittoria consecutiva contro le padrone di casa a Francavilla, in un match in cui le pennesi non hanno lasciato scampo alle rivali rimontando con grinta anche il 3° set in cui un paio di azioni non hanno centrato l'obiettivo.

Doppio colpo in entrata del Penne 1920 alla vigilia dell’inedito derby con lo Spoltore, mentre Franco Carpegna torna all’Angolana. Gli arrivi sono due ventiduenni: si tratta di un centrocampista centrale come Marco Donatangelo, teatino, proveniente dai Nerostellati Pratola, ex anche di San Nicolò, Monticelli e Pineto; e del gigantesco Igor Zeetti, romano, cresciuto nel Crotone, ex Termoli, Foligno, Guidonia, l’anno scorso al Chieti prima del fallimento e poi al San Nicolò. Verso il Real Gulianova è destinato il centrocampista Pagliuca. Forse via anche un attaccante fra Orta e Rodia. Grandi manovre, insomma.

Error: No articles to display

Error: No articles to display