Nello splendido impianto romano Tolive Sport Center di via Aristide Leonori una formazione abruzzese master (atleti con più di quarant’anni di età) grazie all’organizzazione tecnica dell’ex campione teramano Franco Chionchio, dal vicepresidente della società angolana di pallamano Enio Remigio e dal tecnico pescarese Dino Nebuloso, ha partecipato al “RoMaster” affrontando tre squadre laziali, la Trionfale, Roma Handball e Team Friend.

Nell’esordio di domenica mattina il nostro Team Abruzzo affronta la Trionfale imponendosi con il risultato di 7-4, buone le prove del portiere Cuccinieri di Guardiagrele e Natale di Città Sant’Angelo, nella seconda partita il Team Friend resiste solo il primo tempo, poi nel secondo Limongelli e Di Giacinto di Teramo ed il croato-angolano Matkovic piegano le residue resistenze degli avversari, chiudendo con un rotondo 14-9. Pausa pranzo e alle 15 si torna subito in campo contro Roma Handball, la formazione più quotata, ma la formazione abruzzese è ben motivata e consapevole delle proprie forze domina l’intero. Negli ultimi minuti di gioco grazie ad una serie innumerevoli di errori arbitrali la Roma Handball raggiunge il pari chiudendo con un onorevole 8-8, tra le proteste degli abruzzesi che si vedono “scippare” la terza vittoria.  Buone le prove degli aquilani Di Stefano, Blair, De Sanctis, Tullj e dal pescarese Pazienza. Miglior giocatore del torneo sicuramente il tunisino-pescarese Kabtni una tenuta di campo invidiabile ed una forma strepitosa. Torneo chiuso da imbattuta e con ampi margini di miglioramento per l’Abruzzo Team e che grazie ai risultati acquisiti sul campo romano danno il là per ritrovarsi da qui a breve per strutturare permanentemente la squadra e prepararsi adeguatamente per una eventuale partecipazione ai campionati europei master 2020 di Omis (Croazia).