PENNE - Ciclone giudiziario nell’area vestina. Arresti domiciliari per Antonello De Vico sindaco di Farindola, commissario provinciale dell’Udc e coordinatore per l’area vestina del piano sociale, per i consiglieri comunali di Penne Femio Di Norscia (Udc) ed Alberto Giancaterino, liberalsocialista, oltre che per l’ingegner Rocco Petrucci, già assessore provinciale, di Penne e di Pescara.

 

I carabinieri del capitano Massimiliano Di Pietro, comandante della compagnia di Penne, hanno perquisito anche l’abitazione del sindaco pennese Donato Di Marcoberardino, che risulta indagato, ed altre 15 persone in varie parti d’Italia, fra cui il direttore della cooperativa di Arezzo, Agorà, che gestisce i servizi sociali nell’area vestina. L’accusa formulata dal Pm Varone è di aver dato vita a meccanismi di illegalità diffusa nella gestione di appalti, nelle assunzioni, nelle costruzioni di case private, nello smaltimento dei rifiuti e nel sociale.