“La nostra Città S. Angelo, quella che noi immaginiamo e amiamo – dice il candidato a sindaco D’ADDONA - è la Città S. Angelo che tu vorresti: una Città S. Angelo migliore.


Quali saranno i primi provvedimenti che attuerà nei primi mesi di governo nel caso lei vincesse le elezioni? Tutti sappiamo che le congiunture economiche nazionali ed internazionali e gli ingenti debiti accumulati dal comune, potrebbero rappresentare un ostacolo al suo rilancio. Per questo le iniziative, che abbiamo intenzione di sviluppare, saranno a basso costo per le casse comunali ma allo stesso tempo di grande impatto nella vita dei cittadini. Noi non abbiamo intenzione di vendere, altri asset del comune o tanto meno imputare le colpe dell’ingente debito comunale ai cittadini di Città Sant’Angelo. Noi, vogliamo dare un futuro al nostro comune e ai cittadini che lo vivono:
innanzitutto, l’avvio delle attività̀ per la riqualificazione del centro IBISCO un importante struttura che va riqualificata e riorganizzata e che rappresenta una opportunità̀ rilevante occupazionale del territorio.

Inoltre, avvieremo tutte quelle iniziative che mirano ad attirare investimenti sul nostro territorio, senza tralasciare quelle imprese presenti ma che hanno, anche, delocalizzato le loro produzioni all’estero. Pensiamo al potenziamento delle attività̀ per lo sviluppo dell’autoimprenditorialità̀ attraverso percorsi formativi, ricerca di finanziamenti e tutoraggio.

Importante anche lo sviluppo di attività̀ sinergiche con le scuole superiori, per avviare corsi formativi sempre più̀ aderenti alle esigenze delle aziende del territorio. Attiveremo percorsi collaborativi tra le imprese presenti e quelle che si vorranno insediare, con la scuola. È necessario formare i nostri giovani e occuparli sul nostro territorio.

La cultura rappresenta per lei un volano per lo sviluppo economico?
Daremo l’avvio immediato ad una ricognizione approfondita del territorio, del capitale artistico presente ed una disamina approfondita della cultura locale (tradizioni contadine, enologia, gastronomia, olivicoltura, etc), con l’ausilio delle università̀ e centri di ricerca, dell'urbanistica e della storia della città. Siamo certi che ricercando le peculiarità̀ storiche, artistiche, culturali ed enogastronomiche, possiamo portare CSA fra i siti protetti dall'UNESCO. Il riconoscimento Unesco porta di per sé a un aumento notevole di attività̀ turistiche. E queste possono costituire una risorsa ulteriore per l’economia locale, purché́ vengano pianificate e organizzate nel rispetto dei principi del turismo sostenibile.

Sosterremo la creazione di un Polo alberghiero per aumentare e razionalizzare la ricettività̀ turistica, anche attraverso il recupero di edifici storici con la creazione di incentivi fiscali a livello comunale. Il Comune recupererebbe l'eventuale incentivo fiscale con la riattivazione di spazi e superfici attualmente dismesse e quindi non soggette a TARI oltre che dare un considerevole impulso all’economia turistica. È importante sfruttare a pieno la notorietà̀ che il nostro comune ha acquisito con gli articoli della nota rivista internazionale Forbes.

Lei è un uomo che ha prestato servizio nell’Arma: quali sono le iniziative che intendete prendere per aumentare la sicurezza?

La salvaguardia dell'ordine pubblico va oltre un'attività̀ di tipo repressivo per estendersi fino a ricomprendere ogni determinazione capace di evitare l'insorgere di attività̀ criminali. Potenzieremo i sistemi di sorveglianza attiva sull’intero territorio. Svilupperemo attività̀ sinergiche con le forze dell’ordine per aumentare la prevenzione e repressione dei reati.

Sulla sanità, invece, che idea avete?

E’ nostra intenzione potenziare il Presidio Ospedaliero per la terapia riabilitativa che va potenziata data la presenza sul territorio di un'ampia fascia di popolazione anziana sempre più̀ in aumento e con un'età̀ sempre più̀ elevata e quindi sempre più̀ bisognosa di terapie riabilitative.

Candidato a sindaco ci presenti la sua squadra

Roberto Ruggieri, Anselmo Lepore, Alessia Mazzocchetti, Pierluigi Spada, Antonio Notturno, Luana Colatriano, Maria Rita Guerrieri, Pasqualino Di Febo, Piero Turitto, Sabatino Pulcini, Daniela Barone, Marzia Del Grosso, Valentina Di Sante, Emiliano Guercioni, Marco Consorte, Patrizia Sciarra