Finisce in parità il risultato amministrativo per il rinnovo del consiglio provinciale: sei al centro destra e sei al centro sinistra. L’area Vestina torna a fare la voce grossa eleggendo ben cinque candidati: Emidio Camplese e Pina Tulli di Penne, Alessio Orlando di Collecorvino, Davide Berardinucci di Pianella e Domenico Vespa di Villa Celiera.

Cepagatti elegge Monica Ciuffi, Popoli Santoro Moriondo, mentre Spoltore Francesca Sborgia e Pierpaolo Pace.

Pescara e Montesilvano uno ciascuno, Stefano Casciano e Lino Ruggero, mentre la val Pescara dopo anni di dominio politico elegge solo Nunzio Di Donato di Pescosansonesco.   

Dei nomi eccellenti non eletti, spicca quello del sindaco di Loreto Gabriele Starinieri.

centro destra: Tulli e Pace (Lega), Camplese, Ciuffi e Berardinucci (Forza Italia), Orlando (Fratelli D’Italia), Vespa, Sborgia, Casciano e Ruggero (Partito Democratico), Santoro Moriondo e Di Donato (Civismo per la Provincia).