Sandro Marinelli, sindaco di Pianella, lascia Forza Italia o meglio rompe il sodalizio politico che aveva con il consigliere regionale del partito berlusconiano Lorenzo Sospiri. Un rapporto durato anni che ha portato al primo cittadino di Pianella solo vantaggi politici: per ben due volte è stato voluto e sostenuto, da Sospiri, come candidato sindaco, come è stata voluta e sostenuta la sua elezione, nella scorsa consiliatura, a consigliere provinciale.

Molteplici sono state le battaglie amministrative intraprese insieme per la crescita economica e culturale del Comune di Pianella, portando, di fatto, alla realizzazione di numerose opere pubbliche.   

“Ho scelto, da oggi, – scrive Marinelli sul profilo facebook - insieme alle persone che condividono da sempre con me l'impegno politico, di contribuire alla costruzione della nuova classe dirigente locale della Lega, forza trainante del cdx. Tutto il mio impegno ed entusiasmo saranno dedicati ad offrire ai nostri territori sempre maggiori opportunità: finalmente una forza politica che mette davvero al centro i Sindaci per costruire una filiera di buon governo che dia le risposte che gli abruzzesi attendono da troppo tempo”.

Voci di corridoio dicono che probabilmente l’ingresso nella Lega di Marinelli rappresenti un apripista per  candidare nella lista di Salvini, alle prossime elezioni regionali, la propria moglie: Carla Ricci. Se così fosse, rischierebbe la candidatura l’assessore di Penne Pina Tulli che già da alcuni mesi è data per certa tra i sette candidati che si dovranno cimentare a raccogliere i voti nella provincia di Pescara.

Oltre a Marinelli, approda sulle sponde salviniane anche il sindaco di Catignano Enrico Valentini