“Mi trovo estremamente in difficoltà nel rispondere (automaticamente) a degli sconosciuti visto che la destra pennese non ha nemmeno la decenza di firmare con i nomi degli estensori dei comunicati che ormai da tempo hanno un contenuto esclusivamente fatto di attacchi personali nei miei confronti e zero contenuti politici.

Immagino il ghigno soddisfatto dell’oscuro autore dei numerosi comunicati che, tronfio, rilegge la sua sequela di insulti nel vano tentativo di piegare la passione politica di un giovane ventiquattrenne: mi dispiace ma ho smesso di prendere parte a questi teatrini da quando frequentavo la terza o quarta elementare. Ma d’altronde non stupisce il fatto che chi ritiene che il confronto con i cittadini sia una discussione “sul sesso degli angeli” ed addobba stanzette di Lega e di Forza Italia solo a ridosso di tornate elettorali (per poi sparire nuovamente nell’anonimato all’indomani del voto) si trovi a disagio quando si voglia discutere di programmi e idee politiche, anche diverse: semplicemente non si è abituati a questo. Poi sarebbe il Partito Democratico a prendere decisioni davanti ai caminetti! Ma, cari cittadini, avete mai letto o conosciuto prese di posizione dei forzisti o leghisti pennesi sulle tematiche locali e nazionali che non siano un rilancio di dichiarazioni del Pagano o del Sospiri di turno?  Si continua ad accusare fantomatici burattinai senza aver il coraggio e la dignità di far nomi e cognomi. Sinceramente mi sono stancato di questi attacchi personali che dimostrano solo vigliaccheria. Lega e Forza Italia tanto uniti ed alleati nel territorio, dimenticano anche di essere contemporaneamente forza di maggioranza ed opposizione al governo nazionale: racconterete positivamente o negativamente le soluzioni che “il governo del cambiamento” sta portando avanti per i cittadini abruzzesi?

Questa amministrazione comunale che vanta esponenti di Lega e Forza Italia, ha abbandonato il centro storico, sta distruggendo la M. Giardini, è causa di  un imperdonabile ritardo nella costruzione dei MUST per l’istituto Marconi promesso da quasi due anni, ha gravi problemi di bilancio, ha sempre nuovi gruppi consiliari che si formano dall’oggi al domani con innumerevoli liti interne, con un polo museale non curato, con strade comunali franate, con cimiteri comunali lasciati in condizioni indegne, non ha esattamente tutte le carte in regola per rivendicare nei confronti dei cittadini pennesi chissà quali poltrone in Regione. Il “bluff” siete voi. Mi meraviglia anche la difficoltà nel saper leggere i comunicati, visto che l’anonimo parla di “viadotti e asfalto sui territori della riserva Lago di Penne” quando noi in realtà abbiamo affermato che il nostro progetto debba partire da C.da Campetto non citando né viadotti né riserva. Allo stesso tempo chiede un “copia e incolla” dei “provvedimenti […] adottati per Atessa (promosso ad ospedale di area disagiata)” probabilmente non sapendo che è la stessa classificazione del San Massimo.

Però devo ammettere la mia ignoranza sulle “regole del gioco”: non ritengo la politica una questione di strategie occulte, non ritengo la politica un insieme di offese, non ritengo la politica un’esaltazione dei personalismi, non ritengo il confronto una perdita di tempo ma soprattutto non ritengo la politica un gioco. Probabilmente in questo risiede la differenza tra me e voi: non ho la necessità di ingiuriare qualcuno per sentirmi realizzato e rispetterò sempre la dignità delle persone aldilà dell’idea politica, mentre per voi sono solo un nemico scomodo da abbattere in tutti i modi possibili.”

 

Andrea Vecchiotti – Segretario Partito Democratico- Circolo di Penne