RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO -  soli tre mesi di distanza dalle elezioni amministrative del 10 giugno 2018 è naufragato il progetto della lista civica “Pianella Vicina”.

 

I Consiglieri Comunali di minoranza Anna Bruna Giansante (nella foto), Denis Sposo e Annaida Sergiacomo, in assenza di eventi politici che potessero giustificare la rottura della condivisione della linea amministrativa, hanno sfiduciato il capogruppo Gianni Filippone, individuando nella Giansante il nuovo capogruppo in Consiglio Comunale con decorrenza dal 17 settembre 2018.

Tuttavia la mancanza di applicazione sulle norme regolamentari, unita ai pessimi suggerimenti della politica vecchia e notturna pianellese, hanno indotto in errore i tre rappresentanti della minoranza. Il regolamento del Consiglio Comunale non consente di sfiduciare il capogruppo, ma solo di creare un nuovo gruppo consiliare. E così, come annunciato dall’opposizione, durante l’adunata del prossimo Consiglio Comunale sarà comunicata la nascita di un nuovo gruppo consiliare, distinto da quello della lista civica, di fatto sancendo il fallimento del progetto di “Pianella Vicina”.

Per fortuna i cittadini di Pianella avevano capito che la gestione della cosa pubblica ed il bene della cittadinanza sono troppo preziosi per essere messi nelle mani di coloro che hanno creato solo un’accozzaglia di interessi personali, basati su narcisismo e protagonismo, premiando invece la lista civica “Progetto Futuro”.

Oggi più che mai la lista civica “Progetto Futuro” con il Sindaco Sandro Marinelli sono il baluardo contro le vecchie e incompetenti logiche spartitorie della politica pianellese, alimentando l’unità di intenti e la condivisione di un programma atto a fare il bene collettivo con competenza, efficienza ed efficacia.

                                                                                                                 

                                                                                         Il Capogruppo della lista “Progetto Futuro”

                                                                                                           Romeo Aramini