Aprile 19, 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

Attualità

PENNE - Lucio Marcotullio della fondazione dedicata a Nazareno Fonticoli è non solo il presidente, ma un vero e proprio tuttofare. Il consiglio di amministrazione del 22 marzo scorso lo ha infatti delegato a poter compiere atti a tutto campo: dalla gestione finanziaria all’assunzione del personale ai rapporti con la stampa. Tutti d’accordo i consiglieri dell’ente morale con sede nel palazzetto di corso Alessandrini nell’accentrare le funzioni all’ex amministratore delegato di Brioni che di Fonticoli, deceduto nell’80, fu il figlioccio.

PENNE - Per quattro su sei filoni dell'inchiesta "Vestina", che vede indagati 31 persone per appalti pilotati e assunzioni sospette, il PM Varone ha chiuso le indagini. In particolare, il magistrato dell'accusa ha definito le responsabilità dal suo punto di vista per l'urbanistica: 11 indagati fra cui il sindaco Di Marcoberardino, l'ex assessore Giancaterino e l'ex assessore provinciale Petrucci.

LORETO APRUTINO - Appuntamento venerdì 12 novembre alle 17 nella sala Farias per il convegno organizzato dall'associazione CODiCI sui temi della Costituzione e della legalità. Interverrà Nicola Trifuoggi, procuratore capo della Repubblica di Pescara, un magistrato motlo esperto dal cui ufficio stanno passando le inchieste più scottanti sul malaffare pescarese e abruzzese. Introdurrà i lavori Gianfranco Buccella, punto di riferimento di CODICI a Loreto.

PENNE - La Cisl è il sindacato più votato dai poco meno di 900 lavoratori della Brioni che si sono espressi sui 1.049 aventi diritto per il rinnovo della RSU che conta 18 membri. Batte la Cgil che perde così la supremazia. Leonardo D'Addazio, segretario provinciale della Femca-Cisl, con 163 preferenze, risulta il delegato sindacale più votato di sempre. Cala dunque la Cgil che porta da 9 a 7 i suoi esponenti della Rappresentanza Sindacale Unitaria che vede ora 9 componenti in quota Cisl (nel 2001 ne aveva soltanto uno) e due alla Uil (solo donne in lista) che ne perde uno rispetto al 2007. Scompare l'Ugl. 

PENNE - Un amministratore delegato fatto in casa, Francesco Pesci, capace di arrivare alla guida di quella Brioni, fiore all’occhiello dell’abbigliamento maschile italiano, dove è approdato nel ’94. Al suo attivo una laurea in economia alla Luiss e, dopo un periodo nella Colgate-Palmolive, eccolo nel ’94 in Brioni.

LORETO APRUTINO - Dopo due mesi il giovane sindaco, di fronte ai vecchi volponi della politica, deve PIEGARE la testa e chiedere SCUSA a chi lo pressava per alcune assunzioni da fare.

PENNE - I derivati provocano flussi negativi per le sue casse ed il Comune accusa la BNL di provocargli danni a vario titolo. E’ Giuseppe Belfiore Lo Caprio, commercialista foggiano, in quanto perito del tribunale, ad avere fra le mani la lite giudiziaria che il Comune ha avviato contro la Banca Nazionale del Lavoro di Pescara, nel mirino per aver trattenuto un milione e 564 mila euro di commissioni sui contratti dei derivati, firmati per far fronte ai rischi di oscillazione dei tassi di interesse dei mutui.

PENNE - Stabilizzare i sei impiegati del Comune che per fine contratto hanno dovuto lasciare i suoi uffici?Il sindaco Di Marcoberardino nicchia. Frenato forse dall'inchiesta penale su presunti brogli nel concorso a tempo determinato svoltosi nel 2007, il primo cittadino mostra incertezza a fronte di un diritto al lavoro che i sei giovani, alcuni dei quali in servizio da esterni al Comune per oltre vent'anni, reclamano a gran voce e ieri anche con un piccolo sit-in organizzato dalla Cgil. Oggi intanto sul tema del lavoro altro consiglio comunale. La strada per la sistemazione dei sei sembra esserci e senza forzature. Manca la volontà politica. Per ora.

LORETO APRUTINO - Infastidito da un gruppetto di ragazzi che festeggiava la notte di Halloween, un 72enne ha imbracciato il fucile ed ha sparato un colpo in aria. Spaventati, i ragazzi hanno avvertito il 112 e si sono così mossi i carabinieri guidati dal maresciallo Gianni Legnini. L'uomo è stato identificato e denunciato per minacce gravi ed esplosioni pericolose. Il fucile risulta regolarmente autorizzato, ma ora la prefettura valuterà per l'anziano il ritiro dell'autorizzazione a detenere armi.

Strumenti, liste d’attesa, personale. Così il manager Asl D’Amario a febbraio infondeva ottimismo

PENNE - A sentir lui, Claudio D’Amario, direttore generale della Asl, l’ospedale “San Massimo” non solo non rischia più alcuna chiusura, ma sarà rimesso a nuovo o addirittura ricostruito.

PENNE - Arrestati due giovani, Toni Di Rocco e Gianluca Starinieri, perchè hanno estorto e tentato di estorcere 2.000 euro ad un tossicodipendente nonchè spacciatore di droga pennese. I due, poco più che ventenni, hanno minacciato a più riprese e con modalità diverse la vittima che, se non avesse saldato il conto degli stupefacenti ricevuti a suo tempo, l'avrebbe pagata di brutto: "Attento, ti viene gente pesante" e "ti sparano sotto casa" le frasi intimidatorie.

Sabato pomeriggio alle ore 18, presso i locali della Sezione CAI di Penne si terrà un incontro aperto a tutti dove si parlerà di rifugi e bivacchi. L'incontro con l'architetto Marcello Borrone, membro della Commissione centrale rifugi del Club Alpino Italiano ha come intento di illustrare la loro funzione e la loro importanza come strumento per il raggiungimento delle finalità statutarie della nostra associazione.

Scarica la locandina

COMUNICATO STAMPA - Associazione Ripamare - Collecorvino

L’Associazione Ripamare continua la battaglia contro la mega discarica che la DECO Spa vorrebbe aprire a Collecorvino. Mille difficoltà a Pescara per visionare i documenti relativi alla richiesta di Valutazione di Impatto Ambientale per l’opera in questione.

PENNE - Chiedono un inquadramento migliore all'amministrazione comunale di cui sono dipendenti. Ecco perché si sono rivolti alla conciliazione obbligatoria presso la direzione provinciale del lavoro diversi dipendenti comunali fra cui spicca il più anziano e titolato Raffaele Silvi sulla soglia della pensione (ha beneficiato dell'allungamento della sua permanenza).

PENNE - Alla fine per mancanza del numero legale il consiglio comunale non ha votato il documento sottoscritto dai capigruppo in cui erano contenute le richieste di sensibilizzazione per la sanità vestina ed in particolare per l'ospedale "San Massimo". E' finito così il consiglio comunale sulla sanità convocato su pressione della Federazione della sinistra. Vi ha partecipato anche Claudio D'Amario, direttore generale della Asl.

PENNE - Un consiglio comunale sulla situazione sanitaria locale è previsto per lunedì 20 settembre alle ore 16. L'idea è di arrivare a un documento che i gruppi di maggioranza redigeranno e sottoscriveranno. Potrebbe accadere che sia presente all'assemblea civica il manager della Asl D'Amario o l'assessore regionale alla sanità Venturoni. Il 23 luglio 2009 il consiglio comunale si occupò di sanità vestina proprio con D'Amario ospite. La Federazione della sinistra da tempo chiedeva la convocazione di un'assise dedicata alla riorganizzazione del "San Massimo" alla luce del piano regionale sugli ospedali.

PENNE - Storia di ordinaria follia dentro una comunità di recupero per minorenni. Lui, 16 anni, per tutta l'estate ha violentato e costretto quasi alla schiavitù una ragazza di un anno più grande. Poi l'arresto. I Carabinieri di Penne, diretti dal capitano Di Pietro, con l'aiuto delle assistenti sociali, hanno dato il modo alla vittima di aprirsi e di sfogare il proprio malessere per i soprusi subiti. Adesso il sedicenne, un piccolo aguzzino capace di tenere tutti sotto pressione, è nel carcere minorile di Roma. Le manette sono scattate su ordine del tribunale dei minorenni aquilano.

PENNE - Amerigo Spinosi è stato nominato direttore sanitario facente funzioni dell'ospedale "San Massimo. Il posto di Valerio Cortesi, direttore sanitario a tempo indeterminato dell'ospedale dal '95, si era reso vacante a causa di un incarico attribuitogli nella Asl di Pescara. Spinosi è il responsabile dell'anestesia e rianimazione del presidio ospedaliero pennese dal 2002. Si è in attesa dell'atto aziendale con cui il direttore generale della Asl Claudio D'Amario disponga la riorganizzazione concreta degli ospedali pescaresi in relazione al piano di riordino deciso dalla Regione ed approvato dal governo nazionale. Attualmente il "San Massimo" conta su due aree funzionali organizzative (Afo), medica e chirurgica.