La domanda che molti attivisti, maître à penser e responsabili dei vari partiti dell’area politica del centro destra abruzzese si stanno facendo è la seguente: “Chi ci ha guadagnato e chi ha perso nell’estromettere dalla giunta regionale Gianluca Zelli? Marsilio o la SGB Humangest?”.

La notizia di oggi che ci informa che l’ex ministro Ministro del lavoro e delle politiche sociali e dell’Interno, nonché governatore della Lombardia per una legislatura, è diventato presidente del CDA del gruppo SGB Humangest Holding, chiarisce appieno il dilemma che tanti si sono posti: ha perso Marsilio che poteva avere al suo fianco un uomo, un imprenditore di successo che sicuramente avrebbe dato soluzioni e risposte al mondo del lavoro abruzzese ormai, da un decennio, alla canna del gas.  

Ci ha guadagnato il gruppo SGB Humangest arruolando una figura di prestigio con un grosso bagaglio di esperienza nel mondo del lavoro e di una serie, grazie al ruolo istituzionale avuto in passato, di relazioni nazionali e internazionali ad altissimo livello.  

Maroni sarà presidente, per i prossimi tre anni, del Consiglio di Amministrazione della SGB Humangest Holding, gruppo interamente a capitale italiano specializzato nei servizi di consulenza alle imprese, nella ricerca, selezione e gestione delle risorse umane, nella formazione e nell’outsourcing. La società, che conta 44 filiali in Italia e 1600 aziende clienti, ha la direzione commerciale a Milano ma il cuore a Pescara.

"Diamo il benvenuto a Roberto Maroni – ha dichiarato a nome di tutto il Cda Gianluca Zelli, fondatore e leader di Azione Politica – e siamo certi che l’esperienza maturata nella sua permanenza a capo del Ministero del Lavoro e l’impegno sui temi legati all’occupazione ed alle attività produttive profuso nei vari incarichi ricoperti nella sua lunga attività politica, potrà contribuire ad ampliare e migliorare l’offerta di servizi che oggi proponiamo al mercato. Questo ci permetterà di restare sempre più competitivi e vicini alle necessità delle aziende e dei lavoratori, in uno scenario economico che si sta radicalmente trasformando".

"Mi fa piacere poter collaborare con SGB Humangest Holding, società italiana tra le più attive ed attente allo sviluppo dell’occupazione di qualità – ha affermato Roberto Maroni dopo aver accettato il nuovo incarico. In questo momento particolarmente complesso per la nostra economia, nel mio nuovo ruolo di Presidente del Gruppo, sono certo che potrò dare un significativo contributo sui temi del lavoro e dell’occupazione, sempre più centrali per la crescita e lo sviluppo del nostro Paese. La Costituzione scrive che la Repubblica Italiana è fondata sul lavoro e da qui dobbiamo costruire il futuro dell’Italia".

Decisamente in questa storia ci ha guadagnato lo stesso Zelli e perso, prima che cominciasse il match, il governatore Marsilio.