Agosto 20, 2019

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha

Attualità

PENNE – Lo street control ha colpito nei suoi primi due mesi di attività: multe a raffica (un centinaio) mediante l'utilizzo di un'apparecchiatura mobile che riesce ad individuare nelle auto la regolarità di assicurazione, revisione e bollo. Non solo: l'apparecchiatura sanziona i divieti di sosta, ne sa qualcosa un assessore della giunta Semproni che si era recato in ospedale per una visita, posteggiando la propria vettura a ridosso del cantiere, che da tanto tempo è in corso vicino all'obitorio, per riparare una frana e creare nuovi posti auto nella scarpata adiacente. Inflessibili i vigili: multa arrivata a destinazione, ovvero all'esponente di governo cittadino di cui non si sa l'identità. Immediata la sua lamentela per l'uso in quella zona dello street control che comunque negli ultimi tempi pare stia operando molto meno rispetto all'esordio di aprile e maggio. Meno, o addirittura per nulla poiché non è più reso noto, da parte della polizia locale diretta dal capitano Natalino Matricciani, il calendario dei controlli su strada; quello dell'autovelox risulta invece aggiornato . “Ci stiamo preoccupando di ridare una viabilità degna di nome ai pennesi”, afferma il sindaco Mario Semproni che scansa le polemiche. “Dobbiamo completare quel cantiere che si trova a pochi metri dall'ospedale e che crea disagi particolari a chi si reca nel predio sanitario. Siamo impegnati a progettare e ad appaltare miglioramenti stradali specie in campagna come a Mallo ed altre contrade falcidiate dalle frane soprattutto”.

B.Lup.

Il presidente di Cia Agricoltori Italiani Abruzzo Mauro Di Zio esprime soddisfazione per l'inaugurazione (oggi lunedi 15 luglio alle 10,30 in viale Giustiniano imperatore),  della targa toponomastica "Parco Edoardo Valentini vignaiuolo e cantiniere (1933-2006)", alla presenza del vice sindaco di Roma Luca Bergamo, del presidente della Fondazione Italiana Sommelier (Fis) e di Francesco Paolo Valentini. 

 "L'intitolazione a Roma di un parco pubblico alla memoria di Edoardo  Valentini è il giusto riconoscimento a uno dei più illuminati viticoltori italiani. Per l'Abruzzo, poi, Edoardo Valentini ha rappresentato il precursore, colui che ha individuato e concretizzato le potenzialità di un settore, quello vitivinicolo, che vede oggi la nostra regione in posizione di primo piano tra quelle che fanno del vino uno degli elementi più distintivi e qualificanti del Made in Italy nel mondo.

Come Cia Agricoltori Italiani Abruzzo cogliamo l'occasione per ricordare un uomo che, animato da una grande passione e dal suo fortissimo legame con il territorio, ha trasferito il suo carattere e la sua forte personalità alle sue tre magnifiche creature: Trebbiano,Cerasuolo e Montepulciano d'Abruzzo,  vini a grande vocazione identitaria il cui livello di eccellenza è universalmente riconosciuto. 

Ricordando Edoardo Valentini esprimiamo profonda gratitudine a quanti continuano a seguire il suo insegnamento ed il suo esempio,  esaltando la vocazione di un territorio che continua a beneficiare della presenza della vite in termini di qualità del paesaggio e di manutenzione del suolo, per non parlare della reputazione,  anche internazionale, che i prestigiosi vini abruzzesi garantiscono alla nostra regione. 

Una bella storia quella iniziata da Edoardo Valentini che di recente è stata a più riprese ricordata in occasione delle celebrazioni per il 50' anniversario della d.o.c. Montepulciano d'Abruzzo. Una storia che prosegue nel migliore dei modi possibili, sempre nel solco della tradizione, ad opera di una famiglia, la sua,  il cui nome è  indissolubilmente legato al vino abruzzese e a tutto quello che di positivo esso rappresenta. 

PENNE - Un ospedale da anni ormai non più collegato alla rete dei trasporti urbani. Forse un caso più unico che raro, ma tant'è: la fermata che un tempo segnalava il passaggio dell'autobus giallo, è coperta dalle piante, ormai dimenticata. Anche questo è un segno del disagio di cui soffre da tempo uno degli ospedali più antichi d'Abruzzo e che una nuova riforma regionale intende riportare ad una migliore funzionalità.

PENNE - Meglio del corridoio del Santo Spirito, però lì almeno al degente anziano gli danno un letto. Qui da noi una barella...1,30 di notte, diluvia a Penne. C'è da ricoverare con urgenza una signora di 80 anni alle prese con una crisi respiratoria. La geriatria al San Massimo non c'è più, vi è solo la divisione di medicina con 40 posti letto per via dei tagli all'ospedale classificato dal 2016 per i parametri del decreto Lorenzin quale ospedale di area particolarmente disagiata: appunto.

PENNE – Ora scoppia per le troppe nascite il Santo Spirito di Pescara, l'unico ospedale della provincia dove si può nascere messo ko dall'emergenza maltempo di queste ore mettendo a nudo tutte le carenze di un ospedale che non riesce a far fronte a tutta la richiesta di una provincia. Sforna duemila pargoli l'anno ed è obiettivamente troppo rispetto al contesto anche di sicurezza. Penne si vide chiudere il punto nascite perché non arrivava ai 500 parti previsti dal decreto Lorenzin. Ma adesso dal nido di Pescara filtra una certa criticità anche per questo diluvio di nascite. Una situazione paradossale: un' altra testimonianza di come, indebolendo gli ospedali territoriali, si finisce per sovraccaricare di prestazioni la struttura sanitaria principale. A proposito di punti nascita ci prova Sulmona a mantenere in vita il suo. La richiesta ovidiana è contenuta nello stesso dossier approntato per Penne che intende scrollarsi di dosso la classificazione di ospedale di zona particolarmente disagiata che il governo regionale di Luciano D'Alfonso, applicando alla lettera il decreto Lorenzin, gli ha affibbiato di fatto relegandolo all'anonimato. La documentazione è a Roma, sul tavolo di affiancamento ministeriale. L'assessore regionale alla salute Nicoletta Verì ce l'ha portato con dati e relazioni tecniche che configurerebbero il San Massimo come ospedale di base con sede di pronto soccorso. Spetterà al consiglio regionale abruzzese la parola finale sulla riorganizzazione della rete ospedaliera.

I Consorzi di Bonifica e di irrigazione sono realtà centrali nel panorama dell’agricoltura e la loro riorganizzazione ne rafforzerà il ruolo. L’esigenza di una riforma nasce dalla necessità di regolare la gestione delle attività in materia di consorzi di bonifica in forma associata al fine di garantire l’omogeneità nello svolgimento delle funzioni migliorando i servizi offerti agli utenti.

Marinella Colangeli era la responsabile della spa dell’hotel Rigopiano. Trent’anni compiuti il 16 ottobre del 2017. E’ una delle 29 vittime della valanga che il 18 gennaio 2017 ha distrutto quel chiacchieratissimo ex rifugio, chiuso sempre l'inverno, trasformato in un resort a quattro stelle, uccidendo lavoratori ed ospiti lì imprigionati a causa della strada ricoperta di neve ed impraticabile.

Un circuito virtuoso per sostenere le attività commerciali nei comuni di Loreto Aprutino, Penne e Collecorvino: è questa la mission di BollettaZero, una nuova modalità di approcciarsi allo shopping che ha l’obiettivo di valorizzare il tessuto commerciale locale.

A partire dalla metà di luglio, la card BollettaZero sarà distribuita gratuitamente a tutti i nuovi e attuali clienti di Vestina Gas & Luce e sarà inoltre possibile ritirarla in tutti gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.

BollettaZero non sarà l’ennesima Fidelity Card di un singolo punto vendita, ma si caratterizzerà per essere una “cashback card” che – creando un circuito tra tutti gli esercizi commerciali aderenti – consentirà di caricare punti per ogni acquisto effettuato negli stessi che si tradurranno automaticamente in sconti bimestrali nella bolletta di Vestina Gas & Luce.

Un meccanismo particolarmente semplice che da un lato non richiederà i consueti tempi lunghi e spesso irraggiungibili delle fidelity card tradizionali e dall’altro attiverà un semplice meccanismo automatico di scontistica legato alla bolletta energetica.

La peculiarità di BollettaZero è legata alla capacità di coinvolgere in maniera virtuosa tutti gli esercizi commerciali che avranno il massimo interesse ad aderire all’iniziativa poiché questa si tradurrà in più alto afflusso di clienti, maggior fidelizzazione e propensione all’acquisto.

Il circuito, che sta già ricevendo particolare apprezzamento ed elevate adesioni a Loreto Aprutino, Penne e Colle Corvino, sarà presto esteso in altri comuni della provincia di Pescara, a partire da quelli in cui è presente Vestina Gas & Luce.

Le attività commerciali interessate a far parte del circuito possono presentare la propria candidatura, manifestare l’interesse scrivendo un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Sarà possibile ottenere maggiori informazioni sul sito www.bollettazerocard.it che sarà pubblicato online entro la fine di luglio.

Con questa iniziativa Vestina Gas & Luce rafforza ulteriormente il proprio legame con un territorio nel quale è presente con 10 punti vendita e sul quale - al fine di offrire un servizio sempre più integrato ai propri clienti - nei prossimi mesi prevede di lanciare anche i servizi di telefonia e dati, dapprima alle Partite IVA e successivamente ai clienti privati. (Nella foto Flavio Battista)